Beauty Trend Watch - Newsletter

Export cosmetico nel primo semestre 2021

Il flusso commerciale estero rappresenta la cartina tornasole della fiducia degli operatori internazionali nei confronti dell’industria cosmetica italiana. I segnali positivi emergono in misura rilevante nel primo semestre 2021: unitamente all’ottimismo evidenziato dal mercato interno, si conferma un roseo quadro che lascia ben intuire la piena ripresa dei valori pre-crisi, stimata nel corso del 2022.

L’evoluzione del consumatore ha una marcia in più

Anticipato già con i primi trend intercettati a ripresa avvenuta, i mutamenti di atteggiamento degli atti di acquisto hanno subito profonde accelerazioni.

Proprio sul cambiamento della domanda in generale, in tutti i mercati, l’Istituto Piepoli dispone di alcune macro informazioni grazie alla collaborazione culturale con l’istituto pubblico di ricerca australiano Commonwealth Science and Industry Research Organization (CSIRO).

L’erboristeria e l’orientamento all’innovazione

L’erboristeria si contraddistingue, rispetto alle altre realtà distributive di cosmetici in Italia, per una serie di  aspetti legati alla storicità e alla tradizione. Analogamente, negli anni passati, anche i consumatori che si sono interfacciati con questo canale sono stati spinti da driver di acquisto allineati con il sistema valoriale dell’erboristeria.

Cosa resta post-pandemia?

Durante l’attraversamento della crisi da Covid-19 il consumatore ha impostato nuove routine di acquisto e di consumo, con una maggiore attenzione al proprio benessere psico-fisico e una rimodulazione di accesso ai canali informativi e distributivi.

L’importanza del valore ai tempi del Covid-19

Grazie a Mintel viene intercettato un trend in forte accelerazione durante l’attraversamento della crisi pandemica. Il concetto di «valore» della marca è mutevole già in uno scenario stabile: durante i lockdown si è registrato un ancora più evidente spostamento della percezione valoriale attribuita al cosmetico.

Il mercato cosmetico in Italia nel primo semestre 2021

A oltre sedici mesi dall’inizio della pandemia, il mercato cosmetico in Italia ha registrato accelerazioni nei fenomeni di consumo fortemente condizionati dai lockdown ma, a ripresa avvenuta, alcuni di questi hanno affievolito la loro portata, mentre altri manterranno curve stabili di crescita.

Andamento mercato farmacia nei primi 3 mesi del 2021

Le analisi di New Line Ricerche di Mercato evidenziano che, per il periodo da gennaio a marzo 2021, il giro d’affari complessivo del canale registra una contrazione del 9,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Il panorama degli influencer acquisisce maggiore autonomia

Nell’ultima decade, il fenomeno dell’influencer marketing si è fortemente affermato nelle scelte di acquisto dei (giovani) consumatori. Tuttavia, da strumento funzionale alla promozione professionale di un brand, si è trasformato in un fenomeno di costume «social», in cui la condivisione dei valori legati ai brand è diffusa anche da persone non necessariamente individuate dai brand stessi.

 

Il successo dei discount

Durante la crisi da Covid-19 si è registrato un nuovo equilibrio nell’acquisto di cosmetici nei canali a favore di quelle tipologie che durante i lockdown hanno potuto, o voluto, mantenere aperti i punti vendita.

Tra le formule distributive che hanno registrato i migliori andamenti emerge il discount poiché, oltre alla performance commerciale, abbina un aumento dell’attrattività sui consumatori a una elevata capacità di fidelizzazione: elementi che in precedenza sembravano estranei a questo formato.